Attività

Le attività cercano di valorizzare le diversità e contribuire a una maggiore integrazione partendo dai bambini e le bambine di oggi che saranno gli uomini e le donne del domani.
Il progetto, rivolto a bambine e bambini dai 3 agli 11 anni, prevede le seguenti attività gratuite:

Servizio di ludoteca interculturale con attività ludiche, laboratori e biblioteca, in tre diverse sedi:

- Ludoteca “Giocaresenzafrontiere: Via Giordano Bruno, 2
- Ludoteca “Giocamondo: Lungotevere Raffaello Sanzio, 11
- Ludoteca “Intercultura al Centro: Salita di San Gregorio, 3

Percorsi di formazione e aggiornamento sulle metodologie per lo sviluppo di un approccio interculturale alle attività educative e didattiche, rivolti agli insegnanti della scuola dell’infanzia e agli operatori degli asili nido Municipali.

Interventi di mediazione culturale in collaborazione con i servizi municipali e le scuole del territorio in grado di favorire e facilitare la relazione delle famiglie provenienti da altri paesi con le istituzioni Italiane.

Sostegno alle competenze genitoriali e supporto alle famiglie per la conciliazione dei diversi modelli educativi e culturali e lo sviluppo di un valido contesto socio-relazionale di riferimento.

Laboratori ludico-educativi sulle tematiche della multiculturalità da realizzarsi nelle scuole del Municipio.

Centri estivi organizzati nelle 3 ludoteche già menzionate: Giocaresenzafrontiere”, “Giocamondo”, “Intercultura al Centro”. 

 

Ludoteche con attività ludiche, laboratori e servizio di biblioteca

Nelle tre ludoteche saranno svolte attività ludiche, laboratori e servizio di biblioteca. I bambini verranno coinvolti in giochi e progetti che mirano a stimolare la curiosità verso il diverso, il confronto e l’integrazione. 

- Ludoteca “Giocaresenzafrontiere: Via Giordano Bruno n.2

- Ludoteca “Giocamondo: Lungotevere Raffaello Sanzio n.11

- Ludoteca “Intercultura al Centro: Salita di San Gregorio n.3

 

Formazione

Formazione intesa come contributo e stimolo alla crescita della persona e della professione per perseguire lo sviluppo delle competenze e contribuire ad un aggiornamento continuo, che si rende ancor più necessario a chi deve interagire con i bambini.
I percorsi di formazione e aggiornamento sulle metodologie per lo sviluppo di un approccio interculturale alle attività educative e didattiche sono rivolti agli insegnanti della scuola dell’infanzia e agli operatori degli asili nido Municipali.
Sono percorsi indispensabili per chi lavora ed è a contatto ogni giorno con bambini di diverse culture. Insegnanti e operatori di asili Nido Municipali acquisiranno così nuovi metodi educativi e didattici che potranno essere utili nell’insegnamento in classe ma anche per migliorare e sviluppare un nuovo approccio interculturale verso bambini e famiglie all’interno del territorio stesso, anche al di fuori del contesto scolastico.

 

Mediazione culturale

Interventi di mediazione culturale in collaborazione con i servizi municipali e le scuole del territorio in grado di favorire e facilitare la relazione delle famiglie provenienti da altri paesi con le Istituzioni Italiane.
Questi interventi andranno a favorire l’inserimento sociale e culturale all’interno del territorio di queste famiglie provenienti da altri paesi e all’interno della comunità in cui già vivono.

Si tende a promuovere così una maggiore integrazione facilitando le relazioni, il dialogo e l’incontro tra famiglie diverse culturalmente con le Istituzioni Italiane e la Comunità accogliente del Municipio Roma 1 Centro.

 

Sostegno alle famiglie

Sostegno alle competenze genitoriali e supporto alle famiglie per la conciliazione dei diversi modelli educativi e culturali e lo sviluppo di un valido contesto socio-relazionale di riferimento.
Queste azioni di sostegno e supporto alle famiglie faciliteranno l’integrazione culturale, sviluppando nuovi processi sociali e culturali che riteniamo un’ottima occasione per educare la Comunità al rispetto di tutte le diversità e un prezioso esercizio per l’abbattimento di stereotipi e pregiudizi negativi sul “diverso”. 

 

Laboratori nelle scuole

Laboratori ludico-educativi sulle tematiche della multiculturalità  da realizzarsi nelle scuole del Municipio.

I   laboratori   tematici   ludico   educativi   saranno  caratterizzati  dalla  valorizzazione delle  culture  dei  bambini  presenti  nelle  classi  e  da  una  metodologia  che  abbia  ben presenti le esigenze di mediazione linguistica di prima accoglienza per quanto riguarda i  bambini arrivati da poco tempo in Italia. In questo caso si comincerà con attività non linguistiche, riferite a immagini, musica, gestualità.

Sono previsti:

- LABORATORI ESPRESSIVI: Che attraverso il segno, il colore, la manualità e l’impiego di vari materiali, offrano a tutti i bambini e i ragazzi  la possibilità di comunicare o propri vissuti, emozioni, esperienze. Partendo dall’osservazione di oggetti propri delle varie etnie e finalizzando il lavoro  anche alla loro riproduzione, se ne studieranno origini e tradizione. Questi laboratori saranno particolarmente mirati all’acquisizione di conoscenza di sé e al sostegno dell’autostima.

- LABORATORI MUSICALI: Avvicinare i bambini  alla musica con un’attenta e precoce azione educativa è una scelta importante che può influire sul loro sviluppo psico-fisico ed emozionale e sul potenziamento della creatività. Il laboratorio musicale si inserisce come occasione per scoprire  in  prima persona il meraviglioso mondo dei suoni e della  musica attraverso divertenti esperienze multisensoriali.

- DILLO CON UNA FIABA: Il laboratorio propone la fiaba quale privilegiato strumento di interazione, cognitivo, emotivo ed espressivo, al fine di imparare giocando. La fiaba viene proposta ed usata come raffinato  ed  affascinante  strumento  didattico che permette   di affrontare  e  sviluppare  temi  delicati  e  complessi  sul  piano  emotivo  e/o  cognitivo   con  serenità, allegria  ma  soprattutto  con  semplicità.

- INCONTRI DI LETTURA ANIMATA: L’approccio con la lettura deve essere per il bambino un momento felice. Con questo fine l’animazione affianca la mimica e la gestualità alla pagina scritta, rendendo così “vivo” il testo quel tanto che basta per coinvolgere l’uditorio nel fascino dell’immaginario che evocano le parole. Attraverso, il racconto, le storie, le immagini e i suoni, la lettura animata diviene uno strumento raffinata per acquisire conoscenze, ma anche un’occasione di condivisione e di espressività personale e di gruppo. Questo laboratorio prevede la presentazione di libri, incontri con autori e letture animate di brani di libri che trattano il tema dell’intercultura.

 

Centri estivi

Attività ludiche nei centri estivi, per coinvolgere i bambini dai 3 agli 11 anni durante la giornata e stimolare la loro curiosità che verranno organizzati nelle tre Ludoteche già menzionate: Giocaresenzafrontiere”, “Giocamondo” e “Intercultura al Centro”.