Amistad: restituzione sulle attività estive

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24

Gita e pic-nic a Villa Pamphili: (17 giugno)per scappare dalla calura romana, poche cose sono meglio di bearsi all’ombra degli alberi delle bellissime ville della città. Perciò eccoci pronti per il nostro pic-nic a villa pamphili con pranzo al sacco. Giochi di movimento, di cooperazione e una una caccia al tesoro all’interno del parco che si è conclusa con un momento di relax, ristoro e condivisione.

Giornata in piscina:(22 giugno) a grande richiesta delle ragazze e dei ragazzi ci siamo concessi una giornata in piscina per alleviare il caldo torrido di questi giorni. I ragazzi hanno organizzato insieme la giornata, scegliendo i mezzi di trasporto per arrivare a destinazione e tutto l’ occorrente per la giornata.

Giornata al mare: (più uscite) sulla scia del lavoro sull’autonomia che abbiamo intrapreso rispetto all’organizzazione del tempo libero, abbiamo lasciato che gli utenti scegliessero i giorno e la location giusti per soddisfare il loro desiderio di passare una giornata insieme al mare. Le ragazze e i ragazzi hanno quindi individuato i treni che ci avrebbero portato a Ladispoli e cercato su google maps la strada dalla stazione ai lidi. Finalmente ci siamo goduti la nostra giornata in spiaggia!

Manga e anime: (maggio-giugno) continua l'interesse dei nostri utenti per il mondo dei fumetti giapponesi. Visto l’intenso scambio spontaneo di manga dell'ultimo periodo, stiamo progettando insieme a loro di costruire una piccola “biblioteca” dedicata al genere. Questo genere inoltre, grazie ai suoi sottogenere Yuri, Yaoi, Shounen-ai, e Shojo-ai, ci permettono di esplorare insieme ai ragazzi il mondo LGBTQ+ da cui sono molto incuriositi.

Festival “Libera il futuro”: dal 27 Giugno al 3 Luglio le ragazze e i ragazzi di Amistad hanno partecipato al festival “Libera il futuro”.

    • 30 Giugno: incontro con Francesco Bruni, il regista di Scialla al centro giovani Zalib.
    • 1-2-3 Luglio: Amistad era presente all’interno del Festival con uno stand dedicato interamente a bambini e ragazzi, proponendo varie attività ludiche in attesa dell’inizio dei concerti.

Supporto allo studio: dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.00 presso il polo interculturale Amistad è attivo il sostegno allo studio. Dopo la fine della scuola abbiamo continuato a lavorare con gli utenti di terza media alle tesine di fine anno, per la maggior parte incentrate sullo studio del proprio Paese d’origine. Filippine, Egitto, Marocco, Siria, Libia sono alcuni dei Paesi che abbiamo potuto conoscere attraverso i lavori dei ragazzi e delle ragazze. Anche nel mese di Giugno il Centro Giovani del Municipio I è diventato il posto privilegiato dagli utenti per studiare, disponendo di uno spazio studio all’aperto, fresco e ombreggiato. Abbiamo impostato insieme a loro un programma di recupero scolastico attraverso i compiti per le vacanze, che possa farli sentire accompagnati durante il resto dell’Estate.

Bowling “Silvestri Village”: (13 e 29 aprile, 15 maggio) Questa struttura è uno dei posti preferiti dai nostri ragazzi poichè oltre alla pista da bowling offre una ricca serie di attività ludiche per i ragazzi come  l’hockey da tavolo e uno spazio aperto dove fare merenda. Attraverso le sfide di bowling abbiamo potuto lavorare sulla coesione del gruppo creando delle sfide ragazzi contro operatori in modo da canalizzare la competizione verso gli adulti e non tra i ragazzi che hanno potuto collaborare per vincere.

Escape room: (6 e 17 maggio) L’escape room è un’esperienza coinvolgente di team building, attraverso la cooperazione il gruppo è stato chiamato a risolvere degli enigmi presenti nella stanza per vincere la partita. Anche in questo caso abbiamo utilizzato l’attività per lavorare sulla coesione e la collaborazione in gruppo, favorendo gli scambi tra i ragazzi e mettendo in luce le potenzialità di ognuno nella risoluzione dei diversi enigmi proposti.

Laboratorio a gonfie vele (11-15, 25-29 luglio):

I corsi vela hanno come obiettivo di far divertire i ragazzi e le ragazze, e al tempo stesso avviarli allo sport della vela o farli crescere ulteriormente nel caso avessero già avuto precedenti esperienze.

L’attività di vela permette ai ragazzi di confrontarsi con i propri limiti e scoprire nuovi talenti. Richiede coordinazione, prontezza di riflessi, tenacia e capacità di lavorare in gruppo. E’ soprattutto uno strumento per lavorare sull’autostima di ragazzi e ragazze che sentono di timonare in senso letterale e figurato, e hanno modo di mettersi alla prova in vari ruoli all’interno di un equipaggio.

Durante i campi gli utenti hanno modo di sperimentare molte altre esperienze.

Passare la notte fuori casa, e nello specifico in una tenda, insieme ai coetanei è un’importantissima palestra di autonomia nella gestione del tempo, degli spazi propri e comuni e di oggetti propri e comuni. E’ anche una palestra emotiva che permette ai ragazzi di acquisire sicurezza in se stessi anche nella distanza sia da abitudini e comodità sia dagli affetti familiari.

Le altre attività ludiche svolte durante il campo hanno come obiettivo la creazione e coesione del gruppo e la gestione del conflitto che può venire a crearsi in alcune dinamiche relazionali.